Andrew Yogan firma con l’HC Innsbruck

Nel giornalismo, un articolo è un testo quasi sempre firmato dall’autore, individuato da un titolo (questo, per tradizione, scelto dal caposervizio di redazione) che concorre a formare insieme ad altri articoli un determinato numero di una pubblicazione(“Quell’articolo è apparso sul numero di ottobre dello Scientific American”). Di origine latina, ma diffuso dal giornalismo inglese, il termine sta a indicare che trattasi di scritto relativamente breve. Nello ‘slang’ tra giornalisti viene familiarmente chiamato “il pezzo”. Testi scritti in forma di articolo appaiono tipicamente in giornali, riviste di costume, scientifiche, professionali, parlamentari, sul Web o in ogni altro tipo di periodici. Altre regole ha il servizio giornalistico, cioè l’articolo che fa da base per una trasmissione radiofonica e ancor più televisiva, dove, specie per quest’ultima, il testo è ampiamente accompagnato da riprese video che limitano il parlato.

Esistono diversi tipi di articolo, in funzione del contenuto, dell’autore, della posizione nella pagina e della sezione del giornale alla quale il “pezzo” è destinato (politica, economica, esteri, società, cultura, sport, ecc.). Generalmente si distinguono:

l’articolo di fondo (abbreviato in fondo), l’articolo di apertura della prima pagina (spesso scritto dal direttore);
l’editoriale, che presenta il punto di vista della direzione su un tema d’attualità;
il servizio, che nasce dall’espansione di una notizia attraverso un lavoro di arricchimento e di aggiunta di particolari;
la cronaca, in cui si espone un fatto così come si è svolto (cronaca di una partita di calcio, di una manifestazione, di una seduta parlamentare, ecc.); in particolare, quella cosiddetta nera riporta fatti di reato, anche gravissimi.
la nota, specialmente quella politica, con cui si fornisce al lettore il panorama della giornata;
il commento, con il quale si dà l’interpretazione, o la reazione del giornale, a un determinato fatto;
l’intervista, che presenta le risposte di una personalità (politica, artistica, sportiva, ecc.) alle domande del giornalista;
il ritratto, che dipinge una personalità dell’attualità;
il reportage, nel quale un inviato rende conto di persona di un determinato avvenimento;
l’inchiesta, che si fonda su ricerche, testimonianze e analisi di un fenomeno o di un evento;
la recensione critica, che esprime il punto di vista del giornalista su un’opera letteraria o musicale, un film o uno spettacolo (musicale o teatrale);
il corsivo, breve commento (spesso polemico, eventualmente ironico) su un fatto o una persona.

Un articolo può essere introdotto da una breve nota, scritta in corsivo o in neretto. Tale breve testo viene chiamato “distico”.